Vai a sottomenu e altri contenuti

IMU 2020

L'imposta, chiamata ''nuova IMU'', in vigore dal 2020, mantiene in linea generale gli stessi presupposti soggettivi e oggettivi, disciplinati dalla normativa vigente nel 2019. Il pagamento dell'imposta avviene in due rate, ossia 16 giugno per l'acconto e 16 dicembre per il saldo.

Il versamento della prima rata nuova IMU 2020 è pari alla metà di quanto versato a titolo di IMU e TASI per l'anno 2019.

Il versamento della rata a saldo nel mese di dicembre verrà eseguito a conguaglio, sulla base delle aliquote che verranno approvate dall'Ente entro il prossimo 31 luglio, insieme al nuovo Regolamento Comunale.

CALCOLO ACCONTO IMU 2020

https://www.amministrazionicomunali.it/imu/calcolo_imu.php

Requisiti

La Legge di bilancio 2020 con decorrenza dal 01.01.2020 riorganizza la tassazione comunale sugli immobili. Con l’abrogazione della IUC, e quindi della TASI (sopravvive solo la TARI) il legislatore ha riformulato la disciplina dell’IMU 2020 in un unico testo normativo (contenuto nell’art. 1, commi da 738 a 783 della Legge 27.12.2019, n. 160). La nuova IMU 2020 mantiene l’esenzione già prevista per IMU e TASI per l’abitazione principale. Non è più prevista, invece, l’esenzione per l’unità immobiliare disabitata di titolari di pensioni estere iscritti all’AIRE. Inoltre, a seguito dell’abrogazione della TASI non è più prevista la quota per l’inquilino. Per finalità di invarianza complessiva di gettito le nuove aliquote sono date dalla sommatoria di quelle applicabili in precedenza per IMU e TASI.

Costi

Il versamento della prima rata nuova IMU 2020 è pari alla metà di quanto versato a titolo di IMU e TASI per l'anno 2019.

Normativa

art. 1, commi da 738 a 783 della Legge 27.12.2019, n. 160

Termini per la presentazione

16/06/2020

Incaricato

DR.SSA MARIA PAOLA PALMAS - RAG. LAURA CAU

Tempi complessivi

16 GIUGNO 2020

Note

E' confermata per martedì 16 giugno 2020 la scadenza dell'acconto Imu 2020. Nella versione definitiva del Dl Rilancio, pubblicata ieri sulla Gazzetta Ufficiale, si ribadisce quanto era già venuto fuori nella prima bozza del decreto. Sono esentate dal pagamento della prima rata le strutture adibite ad attività turistiche, a condizione che i possessori degli immobili siano anche gestori delle attività. E la scadenza della prima rata Imu 2020 resta fissata per il 16 giugno.

''E' prevista l'abolizione- si legge nel Dl Rilancio- del versamento della prima rata dell'IMU, quota-Stato e quota-Comune, in scadenza alla data del 16 giugno 2020 per i possessori di immobili classificati nella categoria catastale D/2, vale a dire alberghi e pensioni, a condizione che i possessori degli stessi siano anche gestori delle attività ivi svolte. La norma prevede la stessa agevolazione per gli stabilimenti balneari, marittimi, lacuali e fluviali''.

Documenti allegati

Documenti allegati
Titolo  Formato Peso
nomina funzionario responsabile Formato pdf 186 kb
DELIBERA IMU AREE Formato pdf 18705 kb
DELIBERA C.C N. 24 DEL 29/09/2020 - ALIQUOTE Formato pdf 217 kb
REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL’IMU Formato pdf 386 kb
torna all'inizio del contenuto
torna all'inizio del contenuto