Vai a sottomenu e altri contenuti

MATRIMONIO DI RITO CIVILE E UNIONE CIVILE

MATRIMONIO DI RITO CIVILE E UNIONE CIVILE

La celebrazione del matrimonio e la costituzione dell'unione civile è attività istituzionale garantita ai cittadini, cosi come previsto dal Codice Civile e dal vigente Regolamento di Stato Civile (D.P.R. 396/2000) e dalla Legge 20/05/2016 n. 76.

La celebrazione del matrimonio con rito civile e la costituzione dell'unione civile viene effettuata dal Sindaco, che può delegare le funzioni di Ufficiale di Stato Civile ai dipendenti a tempo indeterminato, al Segretario Comunale, agli Assessori, ai Consiglieri Comunali o cittadini italiani che abbiano i requisiti per l'elezione a Consigliere Comunale a ciò abilitati per legge.

Matrimonio civile

Per la celebrazione di matrimonio dovrà essere presentata apposita domanda, sottoscritta da entrambi i nubendi ed indirizzata al Sindaco, utilizzando la modulistica appositamente predisposta. L'istanza dovrà contenere le generalità dei nubendi, la data e l'ora del matrimonio, la scelta del regime patrimoniale e l'indirizzo dove sarà stabilita la residenza coniugale.

La celebrazione del matrimonio dovrà essere preceduta dalle regolari pubblicazioni dl matrimonio, come previsto dall'art. 50 e seguenti del D.P.R. n. 396/2000. Se queste non avvengono nei termini e nei modi stabiliti dalla legge, non si può procedere alla celebrazione e la prenotazione del matrimonio decade automaticamente.

Unione civile

Per la costituzione dell'unione civile gli interessati dovranno presentare apposita domanda, sottoscritta da entrambi i richiedenti ed indirizzata al Sindaco, utilizzando la modulistica appositamente predisposta. L'istanza dovrà contenere le generalità dei richiedenti, nonché l'insussistenza delle cause impeditive alla costituzione dell'unione di cui all'articolo 1, comma 4, della L. 20 maggio 2016, n. 76.

Ricevuta la richiesta di costituzione dell'unione civile l'Ufficiale dello Stato Civile dovrà redigere processo verbale, da lui sottoscritto insieme ai richiedenti, in cui verrà indicata l'identità delle persone comparse, la richiesta a lui fatta, le dichiarazioni delle parti o di chi le rappresenta.

Le verifiche inerenti l'esattezza di quanto indicato nella dichiarazione, dovranno essere effettuate entro 30 giorni dalla redazione del processo verbale. Da tale data, o anche da data antecedente, se le verifiche siano completate prima e l'Ufficiale dello Stato Civile ne abbia dato obbligatoria comunicazione ai richiedenti, le parti potranno presentarsi all'Ufficiale dello Stato Civile per costituire l'unione civile.

Matrimonio su delega di altro Comune

Nel caso il matrimonio o l'unione avvenga su delega di altro Comune, gli interessati dovranno inoltrare preventiva richiesta di disponibilità alla celebrazione.Per il matrimonio celebrato su delega di altro comune i nubendi, o coloro che intendono costituire un l‘unione civile dovranno produrre entro 8 giorni dalla data della celebrazione, salvo diverso accordo con l'ufficiale di stato civile, la seguente documentazione: ▪ delega del comune richiedente; ▪ fotocopia dei documenti di identità; ▪ fotocopia dei documenti di identità dei testimoni; ▪ conferma del regime patrimoniale.

Matrimonio o costituzione unione civile da parte di cittadini stranieri non residenti in Italia

La richiesta di celebrazione del matrimonio o costituzione unione civile, da parte di cittadini stranieri non residenti in Italia dovrà essere presentata al competente Ufficio di Stato Civile almeno 30 giorni prima della data desiderata, corredata di copie dei documenti d'identità dei futuri sposi e del relativo nulla osta a contrarre matrimonio ai sensi dell'art.116 del C.C. rilasciato dalle proprie autorità consolari o per i paesi che hanno aderito alla Convenzione di Monaco del 05 settembre 1980, del certificato di capacità matrimoniale.

I nubendi dovranno produrre personalmente all'Ufficio di Stato Civile gli originali dei documenti già inviati al momento della prenotazione, almeno 8 giorni lavorativi prima della data del matrimonio: contestualmente si procederà alla redazione del relativo verbale di assenza impedimenti alla celebrazione. Entro lo stesso termine i nubendi dovranno produrre la fotocopia dei documenti d'identità dei due testimoni e, se necessario, dell'interprete.

Prescrizioni per Matrimoni o unione civile con l'ausilio di un interprete

I nubendi o coloro che intendono costituire l'unione civile, dovranno dimostrare all'ufficiale dello stato civile, prima della celebrazione del matrimonio, di comprendere la lingua italiana. Qualora dimostrassero di non intendere la lingua italiana, gli stessi dovranno avvalersi di un interprete come previsto dagli artt. 13 e 66 del D.P.R. 396/2000, del cui reperimento dovranno provvedere a propria cura e spese.

L'assistenza al rito da parte dell'interprete sarà richiesta anche al momento della celebrazione del matrimonio o dell'unione civile; qualora l'interprete fosse persona diversa da quella presentatasi al momento delle pubblicazioni, gli sposi dovranno comunicare i dati anagrafici del nuovo interprete contestualmente ai dati dei testimoni.

Date e orari celebrazioni/costituzioni

Il matrimonio e la costituzione di unione civile, in base alla scelta dei nubendi/richiedenti, sono celebrati nel rispetto dei giorni e degli orari stabiliti con deliberazione della Giunta Comunale.

I matrimoni e le costituzioni di unione civile sono comunque subordinati alla disponibilità del Sindaco o suo delegato, nonché alla disponibilità dei luoghi di celebrazione, compatibilmente con le esigenze istituzionali.

Luoghi individuati per le celebrazioni/costituzioni

La celebrazione del matrimonio e la costituzione dell'unione civile potrà avvenire, a seguito di domanda degli interessati, oltre che nella casa comunale anche nei luoghi che verranno individuati con successiva deliberazione della Giunta Comunale.

La richiesta relativa alle celebrazioni nei luoghi diversi dalla casa comunale, dovrà essere inoltrata almeno 60 (sessanta) giorni prima della data del matrimonio all'Ufficio di Stato Civile del Comune di Aglientu da parte di uno dei due cittadini interessati alla celebrazione mediante la presentazione della domanda al protocollo generale.

L'Ufficio di Stato Civile entro 15 (quindici) giorni dalla presentazione della domanda autorizzerà la celebrazione nel luogo richiesto ovvero comunicherà, nel modo o nella forma ritenuta più rapida, le ragioni del mancato accoglimento dell'istanza.

Luogo celebrazione, organizzazione, divieti e prescrizioni

La sala o il luogo di celebrazione a richiesta dei richiedenti ed a loro cura e spese, potrà essere arricchito con arredi ed addobbi che, al termine della cerimonia, andranno dagli stessi tempestivamente e integralmente rimossi. La sala e il luogo individuato dovranno quindi essere restituiti nelle medesime condizioni in cui sono stati concessi per la celebrazione.

Costi

Per la celebrazione del matrimonio sarà dovuto il pagamento di un rimborso spese. L'entità del rimborso spese sarà determinato ed aggiornato con deliberazione della Giunta Comunale.

Documenti allegati

Documenti allegati
Titolo  Formato Peso
ISTANZA PER LA CELEBRAZIONE DI MATRIMONIO CIVILE Formato docx 18 kb
ISTANZA PER COSTITUZIONE UNIONE CIVILE Formato docx 17 kb

A chi rivolgersi

A chi rivolgersi - Referente
Ufficio/Organo: Demografici ed Elettorale
Referente: Ist. Dir. Emilio Tiveddu
Indirizzo: Via Pariseddu n. 39
Telefono: 079/6579102
Fax: -
Email: marilenamannoni@comune.aglientu.ot.it
Email certificata: protocollo@pec.comune.aglientu.ot.it
Scheda ufficio: Vai all'ufficio
torna all'inizio del contenuto
torna all'inizio del contenuto